Realizzato dal Tavolo tecnico legislativo del Forum Nazionale del Terzo Settore, contiene una serie di indicazioni e suggerimenti per orientarsi tra le clausole da modificare. Una guida utile a supporto del lavoro che ogni ente è chiamato a fare.

Gli enti del terzo settore chiamati ad adeguare il proprio statuto alle indicazioni della riforma da oggi hanno uno strumento in più. È online il “Vademecum per le modifiche statutarie” realizzato nell’ambito del Tavolo tecnico legislativo del Forum Nazionale del Terzo Settore e diffuso tra i propri associati. Come specificato nel testo di presentazione, si tratta di una serie di suggerimenti da utilizzare criticamente e non sostituisce il lavoro che ogni ente, eventualmente consigliato dai professionisti che già lo seguono, dovrà fare. Come si spiega in un articolo del Cantiere terzo settore, il documento è rivolto alle organizzazioni di volontariato (Odv), associazioni di promozione sociale (Aps) e le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus) tenute ad adeguare gli statuti ma anche a qualsiasi altro tipo di ente non profit che prima o poi voglia iscriversi al registro unico nazionale del terzo settore (Runts).

Continua a leggere