I “sistemi di informazioni creditizie” raccolgono le nostre informazioni che intermediari e banche usano per decidere se farci credito: spesso se ne parla con molta confusione.

Quasi tutti, almeno una volta, avranno sentito parlare delle cosiddette “centrali del rischio”: quei sistemi usati per valutare l’affidabilità di ognuno di noi come potenziale “debitore”, impiegati da banche e altri mediatori per decidere se concedere o meno finanziamenti e prestiti. È un argomento di cui si parla spesso per sentito dire, e intorno a cui ci sono ancora molti dubbi e convinzioni false: come l’idea che in questi sterminati archivi di informazioni sul nostro conto venga tenuta memoria anche di nostre possibili banali dimenticanze di molto tempo fa, che al momento buono ci impediranno di fare un mutuo per la casa. Abbiamo provato a capirci qualcosa.

Continua a leggere