Previsti incentivi trasversali, da quelli per incentivare il turismo in Italia all’acquisto di biciclette e monopattini, fino all’ulteriore finanziamento del bonus baby sitter per le famiglie

Bonus vacanze
Per le famiglie con Isee non superiori a 40mila euro, tra il 1 luglio e il 31 dicembre 2020 sarà disponibile un “bonus vacanze” (tax credit) fino a un massimo di 500 euro per chi le trascorrerà in Italia. Nello specifico, è previsto un bonus da 300 euro per le famiglie composte da due persone e di 150 euro per i nuclei composti da una sola persona. Si può usufruire del bonus a patto che sia speso tutto in una volta e in un’unica struttura turistica (sono compresi anche i bed & breakfast e gli agriturismi). Bisognerà che sia emessa una ricevuta dove sia indicato il codice fiscale della persona. Si potrà usufruire del bonus soltanto per le vacanze prenotate tramite agenzie di viaggio e tour operator. L’80% del credito sarà liquidità data alla struttura ricettiva per conto del cliente, mentre il 20% costituirà una detrazione delle tasse al momento della dichiarazione dei redditi.

Ecobonus
È prevista una detrazione del 110% delle spese per gli interventi di efficientamento energetico che saranno sostenute dal 1 luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021. Gli interventi possono essere di riduzione del rischio sismico, di isolamento termico, di riscaldamento centralizzato, di installazione di impianti fotovoltaici o di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici. Le detrazioni si applicano agli interventi su condomini (anche di case popolari) ed edifici unifamiliari (come le villette), eccetto quelle che non siano prima casa.

Bonus edicole
A sostegno delle edicole si riconosce un bonus una tantum fino a 500 euro, fino all’esaurimento dei fondi (7 milioni di euro nel 2020).

Buono bici e monopattini
Le persone maggiorenni residenti nei capoluoghi e nei comuni con più di 50mila abitanti potranno usufruire di un bonus mobilità per l’acquisto di bici (anche a pedalata assistita) e altri mezzi individuali, soprattutto elettrici, come segway, hoverboard, monopattini e monowheel. Il buono copre il 60% della spesa per l’acquisto del mezzo, fino a un massimo di 500 euro. Si può usare il buono anche per i servizi di mobilità sharing (fatta eccezione per le auto). Si può usare il buono una sola volta e per l’acquisto di un solo mezzo di trasporto. Saranno stanziati altri 50 milioni, per un totale di 120 milioni per il 2020. Dal 2021 in poi, con il buono si incentiverà l’utilizzo del trasporto pubblico regionale e locale e la rottamazione dei veicoli più inquinanti.

Bonus rottamazione
Nei comuni per i quali l’Italia è stata multata per l’infrazione della normativa europea sulle emissioni, viene aggiunto anche un contributo di 1.500 euro per chi rottama auto fino alla classe Euro 3 e di 500 euro per moto e motorini a due tempi fino alle classi Euro 2 ed Euro 3. L’incentivo si potrà utilizzare nei tre anni successivi per comprare abbonamenti al trasporto pubblico, biciclette e veicoli elettrici.

Bonus baby sitter
Il contributo di 600 euro previsto dal Cura Italia per pagare le babysitter viene raddoppiato a 1.200 euro. Il bonus si può usare, in alternativa alla babysitter, anche per l’iscrizione ai centri estivi. Il bonus è però incompatibile con il bonus asilo nido. Per i genitori che lavorano nel settore sanitario (sia pubblico che privato), sicurezza, difesa e soccorso pubblico, il contributo passa da 1.000 a 2.000 euro.

Continua a leggere