Con la conversione definitiva del decreto crescita da parte del Senato è ufficiale la proroga delle imposte 2019 al prossimo 30 settembre. Ancora dubbi su minimi e forfettari, mentre prosegue il caos ISA.

Ufficiale la proroga della scadenza dei versamenti relativi alle imposte 2019 derivanti dalla dichiarazione dei redditi. Con l’approvazione ufficiale del decreto crescita avvenuta ieri in Senato la nuova scadenza è il prossimo 30 settembre. Cambia anche la data per l’invio telematico delle dichiarazioni dei redditi, che diventa 30 novembre, 2 dicembre quest’anno, considerando che il 30 novembre cade di sabato.

Il 2019 non verrà certamente ricordato come un anno facile. Alla fattura elettronica, allo scontrino elettronico e agli ISA ora si aggiunge la consueta questione della proroga delle imposte 2019 derivanti dalla dichiarazione dei redditi relativa allo scorso anno. Intendiamoci: la proroga oramai – e purtroppo – rappresenta una triste consuetudine del nostro sistema fiscale. Ma mai come quest’anno la confusione regna sovrana.

Continua a leggere