Come funzionerà quindi la “flat tax” per le partite IVA

//Come funzionerà quindi la “flat tax” per le partite IVA

Come funzionerà quindi la “flat tax” per le partite IVA

Doveva servire a far pagare meno ai piccoli contribuenti, ma grazie a un meccanismo particolare rischia di provocare guai e sarà sfruttata anche da chi guadagna più di 100 mila euro l’anno.

La nuova “flat tax” per le partite IVA, contenuta nella legge di bilancio appena approvata, consentirà a chi ha redditi elevati di avere grossi sconti fiscali e, secondo molti esperti, produrrà un fortissimo incentivo a praticare elusione o addirittura evasione fiscale per ottenere ulteriori sconti. Di fatto, con il nuovo sistema, i professionisti e autonomi che guadagnano fino a 100 mila euro l’anno accederanno a un sistema di sconti fiscali che permetterà loro di pagare meno tasse rispetto a chi guadagna meno di loro ma ha stipendi da dipendente. Inoltre, sfruttando una serie di meccanismi di elusione fiscale, potranno riuscire a ottenere sconti molto significativi anche sui redditi superiori ai centomila euro.

Cominciamo dall’inizio. Il nuovo sistema riguarda le persone fisiche con partite IVA: professionisti, piccoli artigiani e altre figure autonome. “Flat tax”, cioè tassa piatta, indica che queste figure non saranno tassate tramite il sistema ad aliquote progressive dell’IRPEF (quello dei dipendenti, per intendersi) ma in base ad un’aliquota unica, finché resteranno entro un certo limite di fatturato annuale.

Continua a leggere

By |2019-01-17T17:37:31+00:0017 Gennaio 2019|Fisco|0 Commenti